Venerdì 18 - 21:00

GAM Main Stage

Piano Center, via Marina

Quartiere: Porta Venezia

INAUGURAZIONE - Aziza Mustafa Zadeh
"Love can save Life"

mixed, classic, jazz and more, many new compositions

PROGRAMMA

Non perché amo il giglio, gli altri fiori sprezzerò.
In questo verso proditoriamente attribuito a Pergolesi c’è già tutto il mondo musicale di Aziza Mustafa Zadeh, pianista, compositrice cantante e anche pittrice, di nascita azera e cittadinanza in tutte le arti.

Nel suo stupefacente giardino pianistico, sempre in bilico tra composizione e improvvisazione, ci sono le piante secolari di Liszt, Schumann e Bach, gli alti fusti di Ravel e Rimskij- Korsakov, le spettacolari fioriture di Keith Jarrett e Bill Evans e soprattutto le gemmazioni continue del “mugam”, l’intricato reticolo di modi e frammenti melodici di antica derivazione persiana e ora Patrimonio Intangibile dell’Umanità.

Protagonista di una carriera venticinquennale, iniziata con la bruciante vittoria a 17 anni del Thelonious Monk Piano Competition e dell’Echo Jazz Award, Aziza è una principessa malinconica che sogna Shahrazād e si strugge immaginando l’ultimo giorno di Chopin. Ma che suoni un millesimato standard di Dave Brubeck o che intrecci un’aria di Handel con una scala mugam, l’importante è farlo – come dice lei – con gentilezza. E Aziza di gentilezza è la campionessa in carica dell’Azerbaijan, cintura nera di garbo, talento e amore per la musica che salva la vita.

www.azizamustafazadeh.de

BIO
Aziza MustafaZadeh è nata a Baku, la capitale dell'Azerbaijan, da genitori musicisti. Dopo aver studiato pianoforte classico sin dalla tenera età, e nonostante il suo entusiasmo per le composizioni di JS Bach e Frederic Chopin, ha presto iniziato a mostrare un dono per l'improvvisazione. Protagonista di una carriera venticinquennale, iniziata con la bruciante vittoria a 17 anni del TheloniousMonk Piano Competition e dell’Echo Jazz Award, Aziza è una principessa malinconica che sogna Shahrazād e si strugge immaginando l’ultimo giorno di Chopin. Ma che suoni un millesimato standard di DaveBrubeck o che intrecci un’aria di Handel con una scala mugam, l’importante èfarlo – come dice lei – con gentilezza. E Aziza di gentilezza èla campionessa in carica dell’Azerbaijan, cintura nera di garbo, talento e amore per la musica che salva la vita.

Condividi:

let's keep in touch!

for any further information drop us a line info@pianocitymilano.it

If you would like to keep informed of all our activities, subscribe our newsletter: